giovedì 27 aprile 2017

LA BASILICATA DAI CENTO DIALETTI E L'ALFABETO PER SCRIVERLI


Mercoledì prossimo 3 Maggio 2017 l'A.L.BA. sarà a Genzano. A parlacene la Dott.ssa Patrizia Del Puente, professore associato presso l'Università degli Studi della Basilicata (Dipartimento di Scienze Umane).
La professoressa Patrizia Del Puente, ordinaria di Glottologia e Linguistica, è la maggior esperta del settore, dal 2007 è la responsabile del progetto A.L.Ba. (Atlante Linguistico della Basilicata). Questo progetto è stato sostenuto dalla Regione che ha finanziato anche la pubblicazione dei tre volumi già editi mentre il quarto è attualmente in stampa.
 Il progetto A.L.Ba. ha evidenziato come sia possibile individuare tre aree linguistiche: 

  • la prima presenta dialetti che trovano radici antichissime nella lingua osca, in uso in epoca antecedente alla diffusione del latino;
  • la seconda con evidenti legami con i dialetti delle regioni del Nord-Ovest d’Italia, in ambiti territoriali corrispondenti alla presenza di Colonie galloitaliche;
  • la terza con dialetti che hanno collegamenti con altre parlate di natura meridionale o addirittura sarde.

Proprio questa ricchezza di lingue locali così diverse fa della Lucania un caso unico in Italia. Il lavoro di ricerca e l’ampia documentazione contenuta nell’Atlante Linguistico hanno trovato il loro riconoscimento anche al di là dei confini nazionali: in Francia, in Scandinavia e in America.
Il progetto ha reso evidente come sia infondata la convinzione secondo cui la Basilicata presenti due zone linguistiche: l’una che risente dell’influenza della Campania e l’altra dell’influenza pugliese. Anzi è la Lucania che ha influenzato le due regioni vicine con la propria ricchezza linguistica.
La Sorbonne (Parigi) arriva ad affermare che non è possibile studiare le lingue romanze senza aver studiato i dialetti lucani. 
Un vero e proprio tesoro... sulla punta della lingua.

Il convegno sarà una piacevole carrellata sugli studi condotti dalla Professoressa Del Puente che ci illustrerà, tra l'altro, una sua proposta di adozione di un sistema grafico in grado di semplificare la scrittura dei dialetti lucani.
Particolarmente interessanti saranno anche le relazioni dei proff.ri Michele Battaglino, scrittore e attento studioso di tutto ciò che riguarda il nostro  territorio, la sua storia, cultura e tradizioni, e Donato Muscillo, da sempre cultore e custode del nostro patrimonio linguistico.


Notizie tratte da http://www.auserbasilicata.it 

sabato 27 agosto 2016

Genzano AMAtrice !



Questo è il momento della solidarietà verso le popolazioni dell'Italia centrale colpite dal terremoto.
A Genzano di Lucania (PZ) un gruppo di liberi cittadini, in collaborazione con l'associazione "Gentius" ed il patrocinio del Comune, ha organizzato l'evento Genzano AMAtrice!
Sabato 27 agosto in Piazza Roma, facendo una libera donazione, sarà possibile gustare un piatto di pasta all'amatriciana ed un bicchiere di vino.
Un modo per dare un contributo concreto a chi sta vivendo questa terribile tragedia e per far sentire anche la vicinanza ad Amatrice, uno dei Comuni maggiormente colpiti dal sisma dove, proprio il 27 agosto si sarebbe dovuta svolgere la "Sagra degli spaghetti all'amatriciana", piatto per cui Amatrice è famosa in tutto il mondo.
Il ricavato sarà interamente donato alle popolazioni terremotate.


martedì 19 aprile 2016

AL VIA LA 2° EDIZIONE DELL'HISTORY & FUN FESTIVAL


Il 9 Aprile scorso, nella suggestiva cornice dell’ex Ospedale di San Rocco a Matera, si è tenuta la cerimonia di presentazione della 2° edizione dell’History & Fun Festival.
L’evento informativo, arricchito dalla partecipazione straordinaria di Ulderico Pesce che ha recitato alcuni passi del suo spettacolo su Passannante, ha illustrato l’articolazione del Festival e raccontato il percorso di formazione degli oltre 200 ragazzi lucani coinvolti, a partire da Settembre 2015.
In chiusura, gli interventi dei partner lucani che, da quest’anno, entrano a pieno titolo nella grande squadra dell’History&Fun Festival e i giovani organizzatori che hanno dato un saggio della magica atmosfera che si crea durante lo svolgimento del Festival.
Domani 20 Aprile, l’edizione 2016 dell’H.F.F. vedrà la partecipazione della squadra GENTIUS - Genzano di Lucania. Auguriamo ai nostri giovani campioni una ottima prova. Forza ragazzi, Genzano tifa per voi.






mercoledì 27 gennaio 2016

A.C. GENTIUS PARTNER DI UN PROGETTO PER MATERA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019

Lungo un arco di tempo di due mesi, a partire dal prossimo 14 Marzo, va in scena la storia incrociata con le tradizioni e la cultura del nostro territorio. Il tutto, poi, sarà arricchito dal fascino del mistero.

Chi e dove? Di cosa si tratta? È presto detto.
Stiamo parlando della seconda edizione dell’HFF (History&Fun Festival) che si svolgerà a Matera dal 14 Marzo al 14 Maggio 2016. La manifestazione, che ha avuto inizio lo scorso anno, è articolata lungo il quinquennio che a partire dalla nomination di Matera capitale europea della cultura, si conclude con la sua celebrazione finale nel 2019.
Il Festival è frutto della collaborazione tra l’Ente di Gestione del Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, l’UNPLI Basilicata (Comitato regionale dell’Unione Nazionale delle Pro Loco Italiane), le scuole locali, numerosi soggetti pubblici, privati, associazioni locali e regionali e si inserisce nel contesto delle iniziative di Matera, città Capitale Europea della Cultura 2019.

Nell’History&Fun Festival il mistero diventa l’occasione per scoprire fatti storici, date e luoghi in modo divertente, oltre che indagare le proprie radici: i partecipanti, guidati da un loro coetaneo locale, si trasformano in detective della storia e incontrano personaggi di diverse epoche che li sottopongono a prove di abilità fisica, manuale e intellettuale. Il superamento delle prove permette di ricevere un indizio utile a ricostruire un giallo storico ambientato nei luoghi più suggestivi della città di Matera. Le squadre vincitrici di ogni anno parteciperanno poi alla competizione finale dell’edizione Internazionale dell’History&Fun Festival  2019, quando, a sfidarsi sulla storia lucana saranno squadre provenienti da tutta Europa alla ricerca/riscoperta delle comuni identità.

Nel triennio 2016-2018 i giochi si svolgeranno nella città di Matera e saranno centrati su gialli ispirati alla storia dell’intera Basilicata dal neolitico al Novecento, parteciperanno studenti provenienti da tutta Italia.
Nel 2019 la manifestazione si concluderà con una sorta di celebrazione dell’intera regione poichè il Festival sarà esteso a tutto il territorio della Basilicata diventando itinerante: i misteri della storia lucana si sveleranno attraverso tappe da realizzarsi nei Comuni aderenti alle edizioni precedenti. La città di Matera resta per tutti il punto di partenza e punto di arrivo in cui si svolgerà l’evento finale e conclusivo dell’intero programma. Nel 2019 i partecipanti saranno studenti provenienti da tutta Europa.

E la nostra Genzano? Cosa c’entra in tutto questo bailamme?
Genzano, per iniziativa dell’A.C. GENTIUS, sarà partner dell’intero progetto, dunque parteciperà  a questa 2° edizione dell’HFF con una sua squadra formata da 12 “campioni” scelti tra i ragazzi delle scuole medie superiori.
Poi, già dal prossimo anno, l’Associazione Culturale Gentius sarà chiamata a contribuire fattivamente alla organizzazione degli eventi, i ragazzi saranno chiamati a partecipare a uno specifico percorso formativo e dovremo cominciare a pensare al “nostro” giallo storico da proporre nella manifestazione itinerante che interesserà Genzano. In quella fase il nostro paese, la sua storia, le tradizioni e la cultura popolare, il suo territorio e i suoi “misteri” saranno presentati alle squadre degli studenti europei che ospiteremo in un divertente gioco di ruolo in costume, ambientato in una passata epoca storica nel teatro del Centro Antico.
L’Amministrazione Comunale sostiene col suo costruttivo patrocinio l’iniziativa dell’A.C. Gentius.

giovedì 3 dicembre 2015

1° Festival D.G. - Report fotografico

Concluso con alto gradimento e successo di pubblico il "1° FESTIVAL del dialetto genzanese" realizzato nel contesto urbano del Centro Storico.
Un ringraziamento allo staff organizzatore, ai bravi interpreti, agli autori dei testi dialettali, alla Pro-Loco che ha ospitato la manifestazione all'interno della Sagra dell'uva.
Qui di seguito alcune immagini dell'evento.


























venerdì 30 ottobre 2015

Menìte a Inzane, v'aspettame a vrazz spatantàte e cu mbrèll apìrete!


Menìte a Inzane, v'aspettame a vrazz spatantàte e cu mbrèll apìrete!


Come si ricorderà, lo scorso 10 ottobre si sarebbe dovuto realizzare il Festival del dialetto genzanese” ma, per le annunciate e proibitive condizioni meteo, si decise di rimandare l’evento e la più complessa manifestazione in cui era inserito (3° edizione della Sagra dell’uva a cura della Pro-Loco) a fine mese.
La nuova data è sabato 31 Ottobre p.v., sperando nella clemenza del cielo, la manifestazione avrà inizio alle ore 20 e si concluderà presumibilmente intorno alle ore 22.
I luoghi sono quelli già previsti e comunicati all’interno del Centro Antico: Piazza Monti, Piazza Vittorio Veneto, Laghetto San Leonardo, Laghetto Filangieri.
Verranno presentati e interpretati testi dialettali tratti sia da opere pubblicate che da inediti di autori genzanesi (poesie di Michele Battaglino, Donato Muscillo, Angelo Valente, testi della tradizione orale raccolti da Don Rocco Scazzariello, stralci di bozzetti letterari o teatrali di Donato Muscillo, Michele Menchise e Michele Petraccone; tutti introdotti da una breve esplicazione in lingua italiana per chiarire (a chi eventualmente non comprendesse pienamente il dialetto) il senso del testo e la sua contestualizzazione nel tempo, nella cultura e nella quotidianità dei nostri padri oltre che nella loro filosofia di vita.
Successivamente, domenica 1 Novembre p.v. con inizio alle ore 20 in Piazza Monti, l’A.C. GENTIUS concluderà il progetto VVV – Vivi una Vita che Vale” che ha visto la Scuola Elementare “Filippetto De Marins” dell’Istituto Comprensivo di Genzano di Lucania partecipare e vincere al concorso bandito dalla Regione Basilicata.
Le classi 5°, coordinate dall’Associazione Culturale GENTIUS, opportunamente guidate dalle loro insegnati e magistralmente assistite dalla fotografa Angela Potenza hanno prodotto un bel cortometraggio riferito al nostro Centro Antico con particolare riguardo al monastero delle clarisse annesso alla Chiesa dell’Annunziata.
Nel corso della cerimonia di domenica 1° Novembre saranno premiate le classi vincitrici del citato concorso e le loro insegnanti, sarà inoltre proiettato il video vincitore del concorso “VVV – Vivi una Vita che Vale”.
L’Associazione Culturale GENTIUS, pensando di fare cosa utile e gradita ai tanti genzanesi che torneranno in paese per le festività natalizie e di fine anno, replicherà l’evento Festival del dialetto genzanese” in luogo chiuso e in data che sarà tempestivamente comunicata.

venerdì 9 ottobre 2015

FESTIVAL DEL DIALETTO

All'interno delle attività di valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico di Genzano di Lucania, la riscoperta della lingua locale e la sua riproposizione assume un rilievo particolare proprio in questo periodo storico in cui la cosiddetta globalizzazione promuove con sempre maggior vigore massificazione e appiattimento in adesione ai modelli culturali più affermati.
In questo ambito si inserisce il "Festival del dialetto genzanese" che, alla sua prima edizione, verrà realizzato all'interno dell'annuale ricorrenza della Sagra dell'uva a cura della Pro Loco.
Riteniamo che le lingue locali siano da considerarsi alla stregua di un qualsiasi monumento e che siano, per questo, meritevoli di attenzioni e di tutte le operazioni di manutenzione, conservazione e salvaguardia che normalmente riserviamo al patrimonio artistico ed architettonico.
I dialetti sono "fabbriche culturali" le cui singole pietre vanno custodite e protette, messe al riparo da abbandono e dimenticanza.
Nella prima edizione del Festival del dialetto, Gentius vi farà fare una breve escursione con visita guidata nel pittoresco agglomerato culturale di sei autori genzanesi che con loro opere poetiche o teatrali hanno caratterizzato il nostro paese, i suoi abitanti, la sua cultura.
In questo caso il nostro motto sarà: Che non ci sia oblio o dimenticanza. Viva il dialetto!

La manifestazione si svolgerà lungo un articolato percorso all'interno del Centro Antico di Genzano di Lucania a partire dalle ore 19.30 di sabato 10 ottobre. I cittadini interessati potranno degustare piatti sopraffini di cucina locale innaffiati dall'ottimo aglianico, con l'aggiunta di deliziosi contorni culturali costituiti da poesie e pièces teatrali in dialetto genzanese.
Menìte a Inzane, v'aspettame a vrazz spatantàte!

domenica 16 agosto 2015

M. Battaglino - Genzano di Lucania dal 1333 al 1616


Nell'intento di promuovere una sempre maggiore consapevolezza delle radici storico-culturali, GENTIUS è promotrice di una serie di incontri sulla storia di Genzano di Lucania con gli scrittori genzanesi che si sono occupati di questo argomento.
All'interno di questo programma, il 5 agosto u.s., si è tenuto un interessante convegno in cui il Prof. Michele Battaglino ha presentato i risultati della sua ultima ricerca in ordine di tempo. 
Il libro, dal titolo “Genzano di Lucania dal 1333 al 1616" ETS edizioni, getta nuova luce sulla storia antica del nostro paese e, insieme alle precedenti pubblicazioni dello stesso autore, è fonte autorevole per qualsiasi indagine su questa parte del territorio lucano.
Nell'incontro, introdotto dal Prof. Michele Marotta, l’Autore ha illustrato l’ambito storico della sua ricerca condotta prevalentemente presso l’archivio di stato di Napoli, fornendo ampi riferimenti sulla documentazione e le fonti bibliografiche investigate.

Oltre che nelle edicole, il libro lo trovate qui: 


Altre opere di Michele Battaglino:
   

sabato 2 maggio 2015

Cinque Continenti Film Festival


Giunge notizia dalla vicina città di Orazio di un “Festival dei cinque Continenti”. In particolare è in fase di preparazione l'undicesima edizione e dunque questa manifestazione è qualcosa di ormai consolidato e collaudato.
Ma cosa è il Festival dei cinque Continenti? Pasquale Cappiello, il suo responsabile organizzativo, ci illumina al riguardo dicendoci che è “una festa delle Arti, dei Popoli, delle Culture, delle Idee, una manifestazione che, nel corso delle dieci edizioni fin qui realizzate, si è dimostrata capace di valorizzare e riscoprire i centri storici, la loro storia e la loro identità”.
L’evento si presta ad andare in scena in suggestive location storiche sparse per il territorio: castelli, chiostri, anfiteatri, piazze, borghi medievali, cortili di palazzi nobiliari, ecc, potranno accogliere eventi di vario genere, provenienti da tutto il mondo, coniugando promozione del territorio, coinvolgimento della popolazione e finalità culturali.
Il “Festival dei Cinque continenti” è per sua natura luogo di incontro tra culture e popoli diversi, in cui viene stimolato il confronto, esaltata la diversità, favorito il dialogo, promossa la conoscenza, incentivata la multiculturalità. Il “Cinque Continenti Film Festival” si inserisce all’interno della manifestazione con lo scopo di far conoscere al pubblico, attraverso lo strumento del cortometraggio, tradizioni e costumi dei popoli di tutto il mondo e di dare risalto ad ogni espressione culturale con le proprie specifiche caratteristiche.
Il “Cinque Continenti Film Festival” si articolerà in più serate, che si svolgeranno in momenti e luoghi diversi nel periodo compreso tra luglio e settembre 2015, e si concluderà con una serata di gala, in programma nell’autunno 2015, nel corso della quale avverranno le premiazioni del miglior cortometraggio, del miglior attore e la consegna di premi speciali.”
Ideatore ed organizzatore di questo interessante evento è l’associazione culturale “Il Circo dell’Arte” che, per l’undicesima edizione, rivolge l’invito a candidare gli Enti territoriali (quindi anche il nostro bel paese). Genzano potrebbe rientrare nel circuito della manifestazione 2015 proponendo le sue localizzazioni più prestigiose come ad esempio il Castello, la Fontana Cavallina o l’area di Capo d’Acqua (per quest’ultima sarebbe indispensabile una preventiva “sistematina”).
Ogni tappa della manifestazione, cioè ogni luogo, ogni città, ogni monumento o centro storico, vedrà la proiezione in esclusiva di alcune delle opere selezionate e la presenza di ospiti illustri, registi, attori, musicisti. Insomma un bel po’ di movimento.
Ci sembra una iniziativa assai interessante alla quale sarebbe bello veder partecipare anche la nostra Genzano, per affermare che in questo territorio ci siamo, siamo presenti, siamo desti.
Promuoviamo i nostri beni culturali, artistici, paesaggistici ed architettonici?
Chiediamo di partecipare al Festival dei cinque Continenti ospitandone una tappa?
(piccolo, modesto appello all’Amm. Comunale tutta e all’Assessore alla Cultura in particolare)
-          per ospitare una tappa del Festival: 0972 36198 – 393 9762387 – 339 8357918
-          info@cinquecontinentifestival.com


Per quanti volessero approfondire, qui il sito ufficiale: www.cinquecontinentifestival.com

martedì 28 aprile 2015

L'ARTE È IN OGNI DOVE


L’arte è in ogni dove anche se, talvolta, non ha completa consapevolezza di sé.
Carovan-Art Lucania e il suo acuto mèntore è proprio questo che realizza nel suo instancabile peregrinare: scova e raccoglie artisti delle specie più disparate, li espone, li porta in giro e, per l’appunto, dona loro consapevolezza.
Il 25 aprile scorso si è conclusa con una gioiosa festa di popolo la 35° tappa della carovana dell’arte lucana. Una data non casuale perchè ai significati non dimenticabili e non rinunciabili legati a quella primavera di settanta anni fa si aggiunge idealmente l’impegno di Carovan-Art per l’emersione dello spirito creativo che è in ognuno e in fondo, al di sopra della banalità del quotidiano, per celebrare la bellezza.
GENTIUS A.C. è lieta di aver partecipato a questa iniziativa dando un contributo concreto nell’organizzazione e gestione dell’evento. Ci auguriamo che la carovana possa tornare prossimamente ancora una volta a Genzano col suo carico di Arte e di Bellezza tutta lucana.
Auspichiamo e sollecitiamo interventi di sostegno da parte di Enti istituzionali a questo grande progetto che viene portato avanti con fatica e determinazione da Giuseppe Ligrani, artista egli stesso, valorizzatore e talvolta scopritore di arte genuina e lucana.



lunedì 27 aprile 2015

VVV - Vivi una vita che vale. Esito concorso.

Chiesa dell'Annunziata e annesso Convento delle Clarisse

Come si ricorderà, GENTIUS A.C. ha promosso l’adesione dell’Istituto Comprensivo di Genzano di Lucania al progetto VVV – Vivi una Vita che Vale.
L’Associazione ha sostenuto e coordinato i docenti interessati e gli alunni delle relative classi (5° classi della Scuola Primaria) che hanno messo a punto un progetto di "rivisitazione" del Centro Storico e del monastero delle Clarisse fondato il 26 maggio 1321 da Aquilina di Monte Serico sui resti di un antico maniero normanno o longobardo.
La partecipazione al bando regionale si è poi concretizzata con la produzione di un video che ha visto protagonisti i bambini delle quinte classi della Scuola Primaria e naturalmente il nostro Centro Antico.

Una Commissione regionale, appositamente costituita per la selezione e valutazione delle opere realizzate, ha indicato nell'Istituto Comprensivo di Genzano di Lucania una delle scuole vincitrici del premio messo in concorso che consiste in un viaggio premio a Roma, organizzato per mercoledì 20 maggio p.v.

Un vero e grande grazie a tutti gli alunni che hanno partecipato con allegria e impegno per la realizzazione del progetto e del video finale ed un ringraziamento particolare anche alle docenti che, pur senza incentivi di sorta, si sono prodigate per la buona riuscita dell'iniziativa e per il successo finale.
Naturalmente siamo grati anche alla bravissima Angela Potenza per il qualificato supporto professionale.


mercoledì 22 aprile 2015

FESTIVAL DEI TRE VALLONI


Come annunciato da A.C. Gentius, sabato 18 aprile 2015 presso la sede dell’Associazione, si è tenuta l’Assemblea Generale dei soci.
Oltre alla discussione di varie problematiche organizzative e di funzionamento (rinnovo dell’adesione all’Associazione e problematiche relative alla promozione e sostegno dell’iniziativa “VVV - Vivi una Vita che Vale” con la quale abbiamo prodotto un video assai interessante (**) che sarà reso pubblico dopo la conclusione dell’iter concorsuale al quale partecipano le classi 5° della Scuola Primaria “Filippetto De Marins”), si è passati poi alla illustrazione dell’evento che intendiamo realizzare nella prossima estate 2015.
Si tratta di una iniziativa che riteniamo possa suscitare attenzione ed interesse soprattutto sul versante della riscoperta e riappropriazione delle nostre radici culturali e linguistiche.
In sostanza l’evento che proporremo si realizzerà nel contesto naturale e paesaggistico dei valloni e del Centro Antico di Genzano ed avrà, quale soggetto principale, la nostra lingua locale.
A partire dalla cappella di Capo d’Acqua e complessivamente in sei fermate o stazioni, celebreremo il nostro dialetto con saporite “illustrazioni” vocalizzate dai nostri associati e da quanti altri vorranno cimentarsi in una sorta di gara linguistica. Realizzeremo quindi sei rappresentazioni in altrettanti luoghi lungo il percorso che avrà la cappella di Capo d’Acqua come punto di avvio e lo scenario architettonico della fontana Cavallina quale appropriata conclusione.
Con le sei fermate cingeremo idealmente il Centro Antico mentre i nostri improvvisati attori/attrici, come novelli cantastorie, ci porteranno a riassaporare antichi modi di dire o attività lavorative ed artigianali ormai pressoché dimenticate.
Dico non a caso “assaporare” perchè è nostra intenzione, lungo le sei fermate, effettuare anche saporite incursioni eno-gastronomiche approfittando anche della gradita ospitalità presso alcune grotte de i uaddune. Lì assaggeremo il nostro bell’aglianico u mmire niure ca scecasce u pitt, i formaggi della nostra zona, pane e pummedóre e qualche capetidd de sauzézz.
I testi che utilizzeremo saranno tratti dal bel libro edito dal Centro di Documentazione Dialettale di Genzano di Lucania (PZ) dal titolo Stragenzano – Antologia dialettale genzanese, ringraziamo fin da ora i suoi autori M. Cerasuolo, M. Menchise, D. Muscillo, M. Petraccone.
L’abbraccio ideale al nostro Centro Antico si concretizza anche nel titolo che diamo a questa iniziativa che sarà denominata Festival dei tre valloni.
 Un altro importante progetto è in fase di definizione. Notizie e informazioni a seguire.







(**) L’A.C. Gentius ha sponsorizzato la produzione del video “VVV – Una vita da clarissa” che ha potuto contare sulla preziosa collaborazione di Angela Potenza la quale si è occupata della direzione e della concreta esecuzione delle riprese realizzate tutte nel Centro Antico di Genzano.
Nei prossimi giorni daremo notizia dei risultati del concorso che, secondo fonti ufficiose, sembra essere assai lusinghiero.


martedì 24 marzo 2015

ARRIVA LA PRIMAVERA



Arriva la primavera e i ragazzi delle 5° classi della Scuola Primaria di Genzano che stanno lavorando con Gentius al progetto "VVV - Vivi una Vita che Vale" festeggiano e portano la loro spensierata allegria nel Centro Antico (pur'esso bisognoso di nuova vita...).

lunedì 16 marzo 2015

VIVI UNA VITA CHE VALE



L’Istituto Comprensivo di Genzano di Lucania, con le classi 5° della Scuola Primaria “Filippetto De Marins”, ha aderito al bando della Regione Basilicata VVV, ovvero “Vivi una Vita che Vale”.
L’azione, rivolta ai lucani in generale, ha però il suo fulcro e obiettivo principale nella scuola e nei giovani individuati come i veri protagonisti della rinascita culturale, sociale ed economica che possono concretizzarsi anche con la promozione di stili di vita eticosostenibili più sani, corretti, armoniosi ed equilibrati.
Lo scopo primario è quello di valorizzare il Patrimonio Culturale per trasformarlo in una fonte di ricchezza etica, estetica e anche economica e per incrementare lo sviluppo sociale e turistico.
Attraverso un processo di conoscenza gioiosa piacevole e divertente, da esplicitare anche attraverso lezioni e passeggiate sensoriali ed emozionali tese a fare delle allieve e degli allievi i primi turisti dei propri borghi.
La nomina di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019 assume un’importanza  fondamentale per l’intera Basilicata in quanto permette finalmente di far comprendere al grande pubblico il vero valore di una terra magica che, anche se fuori dai grandi circuiti delle città d’Arte, ha saputo conservare un patrimonio culturale la cui umile ed essenziale Bellezza sa rivelarsi direttamente  al cuore delle persone regalando emozioni d’amore che restano impresse per sempre nell’esistenza di ognuno, spingendo a Vivere una Vita che Vale.
In questo contesto, l’Associazione Culturale GENTIUS ha promosso l’adesione dell’Istituto Comprensivo di Genzano di Lucania al progetto VVV – Vivi una Vita che Vale.
L’Associazione affiancherà i docenti interessati e gli alunni delle relative classi i quali, a loro volta, rendendo partecipi le famiglie e coinvolgendo gli adulti, amplieranno la partecipazione all’intera comunità.
L’attività sarà portata a conclusione con la realizzazione di un prodotto multimediale che parteciperà al bando regionale.